Come essere in Prima Pagina su Google? (Trucchi SEO 2024)

come essere in prima pagina su google

Come essere in Prima Pagina su Google?

Avrai notato che quando fai una ricerca su Google ti vengono mostrati per primi alcuni siti, che spesso sono quelli più “affidabili” in quanto ti permettono di trovare esattamente quello che stavi cercando.

In pratica Google analizza tutti i siti web e li classifica in base alla loro attendibilità. Ecco perché ti vengono mostrati per primi siti web attendibili, affidabili e che rispondono a determinati criteri come l’ottimizzazione SEO.

Va da sé che i siti web che si posizionano nella prima pagina Google hanno più probabilità di essere visualizzati. Ecco perché essere in prima pagina su Google è l’ambizione di molti.

Una domanda che forse ti sarai posto è: “come stare in prima pagina su Google”?

Te ne parlo in questo articolo. Continua a leggere.

Ottimizzazione SEO

agenzia seo marketing

Come già accennato, il fattore principale per uscire in prima pagina su Google è l’ottimizzazione SEO. Ma cos’è la SEO?

SEO indica “Search Engine Optimization” e letteralmente indica “ottimizzazione per i motori di ricerca”. 

Quindi la SEO è l’insieme di varie tecniche che permettono di ottimizzare un sito web così da essere visibile per i motori di ricerca.

Ecco perché la SEO ha un ruolo decisivo nel posizionamento. Con tutte le varie tecniche, infatti, si riesce a far in modo che un sito web risulti più visibile e che sia valutato come affidabile dai motori di ricerca. 

È curando la SEO che potrai ambire ad essere nella prima pagina di Google.

Come già detto la SEO include una serie di tecniche. Ad esempio uno dei fattori della SEO è quello dell’utilizzo delle keywords ossia delle parole chiave che, se utilizzate in modo strategico, permettono di scalare le pagine del motore di ricerca.

Insomma per fare SEO puoi utilizzare una serie di tecniche diverse che ti invito a continuare a leggere se desideri scoprirle.

Quali sono i Fattori SEO per essere in Prima Pagina su Google?

dati fattori seo infografica

Ma la SEO in che modo permette di essere in prima pagina su Google?

In realtà ci sono vari fattori che incidono direttamente sul posizionamento e che aiutano un sito web ad essere maggiormente visto dai motori di ricerca. 

Eccoli:

Tutti questi fattori fanno parte dell’ottimizzazione in ottica SEO di un sito e sono decisivi per il posizionamento in prima pagina Google

Come si fa, però, a curare tutti questi aspetti? Cosa bisogna fare nel concreto?

Di seguito ti parlo di ogni fattore SEO e delle strategie per ottimizzare il tuo sito web.

Keywords Research

recensione seozoom seo

Cosa sono le keywords?

Si tratta di parole chiave, che possono includere sia singole parole, sia frasi intere, che includono parole che hanno a che fare col tema e col contenuto del tuo sito web. 

Inserendo queste keywords il motore di ricerca capirà che il tuo sito web tratta quell’argomento specifico.

Ovviamente le keywords non devi sceglierle tu casualmente. 

Ti consiglio di effettuare una keywords research che consiste in una vera e propria ricerca delle keywords e delle query di ricerca utilizzate quando gli utenti fanno una ricerca su Google.

La keywords research è fondamentale perché ti aiuta a comprendere cosa cerca l’utente.

link building seozoom

A questo punto starai pensando: “come si fa keywords research?

Si tratta di un’operazione molto semplice perché sono presenti strumenti appositi, come ad esempio SEOZoom.

Si tratta di uno strumento italiano che ti aiuterà passo dopo passo nella keywords research. È molto facile da usare in quanto le procedure sono dettagliate. 

Cosa fare nel concreto? Ecco i passaggi da seguire:

  • Il primo passaggio da compiere è registrarsi su SEOZoom e creare un account, puoi farlo cliccando il pulsante che trovi qui sotto
  • Nella Home, troverai una barra in cui potrai scrivere delle parole generiche che riguardano il contenuto del sito web o dell’articolo. Ad esempio nel mio caso inserisco “SEO”
  • Ti apparirà una pagina dove, in alto, c’è un box in cui si può inserire la keywords da analizzare
  • Nella stessa schermata apparirà il livello di difficoltà di quella keywords, il volume di ricerca mensile, CPC medio e stagionalità in cui avviene la ricerca
  • Oltre queste schermate, c’è anche quella relativa alle keywords correlate in cui è presente un elenco di keywords simili a quella che hai inserito
  • Nella stessa schermata troverai anche le keywords che hanno lo stesso “Search Intent” ossia le parole che hanno un legame diretto e indiretto con la keywords principale
  • Entrambi questi elenchi, sia quello delle keywords correlate sia di quelle con lo stesso Search Intent, possono essere esportate così da essere utilizzate

Come vedi, quindi, non dovrai fare altro che indicare il tema e poi SEOZoom farà tutto da sé. 

Il mio consiglio almeno all’inizio è quello di utilizzare parole chiave poco competitive.

Dove inserire le keywords?

keyword a coda lunga seo

Una volta che avrai compreso le keywords da dover utilizzare, non ti resterà che inserirle all’interno del tuo sito web.

Anche questo passaggio non è dato al caso perché le keywords vanno inserite in posizioni specifiche. Dove?

Il principio di base è inserire le keywords nei punti in cui il visitatore andrà a cercare le informazioni di cui ha bisogno.

Eccoli di seguito:

  • Titoli: importante è inserire le keywords nei vari titoli e sottotitoli H1,H2,H3,H4,H5. Questo ovviamente aiuta ad avere un’idea chiara sin da subito del contenuto del sito web
  • Meta descrizione: è la descrizione che appare nei risultati della SERP sotto l’URL. Deve essere sintetica, ma contenere le informazioni necessarie tra cui le keywords
  • Testo: anche all’interno del testo, come nei paragrafi devono apparire le keywords. Il consiglio è di inserirle in modo distribuito nei vari testi e, soprattutto, che risultino naturali per chi legge. Devono incastrarsi perfettamente al testo, senza forzature e ripetizioni ridondanti
  • URL: altro consiglio per l’ottimizzazione SEO e per il posizionamento nella prima pagina Google è quello di inserire le keywords nell’URL del tuo sito web

Ti consiglio, quindi, di prestare attenzione a tutti questi fattori, perché possono aiutarti nel posizionarsi tra i primi risultati di una query di ricerca su Google. Non tralasciare nulla e dedica il tempo necessario.

Tempo di Caricamento

velocità sito web infografica

Se ti stai chiedendo: “come far apparire il sito in prima pagina?”, continua a leggere.

È vero che il contenuto del sito web e l’utilizzo delle keywords aiutano, ma da soli non bastano. Un altro fattore fondamentale per far in modo che il tuo sito web possa uscire in prima pagina su Google è il tempo di caricamento.

Il tempo di caricamento è un fattore decisivo, quando il sito web carica lentamente, l’utente si spazientisce e visita altro.

È stato stimato che un sito web per essere efficace deve caricarsi in un range di 0-3 secondi. E questo non vale solo per gli utenti: in che senso?

Ti sorprenderà sapere che anche i motori di ricerca come Google agevolano i siti web veloci

Questo significa che Google, con i suoi algoritmi, molto probabilmente farà apparire per primi i siti web veloci. Questo ovviamente per agevolare gli utenti e per favorire l’esperienza d’uso.

Come si fa a Rendere un Sito Web Veloce?

test velocità sito web gtmetrix

Prima di tutto il consiglio è quello di creare un sito web semplice graficamente. Questo non significa che debba essere incompleto, anzi.

Semplicemente bisogna evitare di inserire elementi che possano occupare spazio in modo inutile come:

  • Animazioni inutili
  • Immagini non ottimizzate
  • Plugin

Oltre a ciò bisogna fare attenzione al tema che si decide di utilizzare. 

Per esempio ci sono dei temi troppo “pesanti” che occupano molte risorse rendendo il sito web più lento. 

schema tema wordpress

Il consiglio è quello di scegliere un tema che sia prima di tutto funzionale ed efficace.

Un tema che io utilizzo da anni è il tema “Schema” di Mythemeshop. È a pagamento, ma renderà il tuo sito web bello e veloce. Inoltre è già ottimizzato in ottica SEO quindi non dovrai fare altro.

Hosting con elevate prestazioni

siteground perchè aprire blog

Importante è affidarsi ad un servizio di web hosting che garantisca prestazioni efficaci. Un hosting che mi sento di consigliarti è SiteGround. Perché?

È ampiamente utilizzato perché mette a disposizione vari piani di hosting che ben si adattano alle varie esigenze. 

Inoltre le prestazioni sono garantite grazie a: 

  • Servizio di Cache
  • Spazio di archiviazion SSD
  • CDN ben distribuita
  • Plugin ufficiale di SiteGround

Con SiteGround non si sbaglia e i risultati sono da subito molto vantaggiosi. Io lo utilizzo da anni e mi trovo molto bene.

Pro

Contro

  • Ti aiuta a velocizzare il tuo sito
  • Garanzia e sicurezza
  • Assistenza
  • Semplice
  • Prezzo leggermente più alto

Plugin

recensione siteground plugin speed optimizer

Un modo per rendere il tuo sito web più veloce è quello di utilizzare i plugin dedicati al miglioramento della velocità. Uno che mi sento di consigliarti è “Speed Optimizer”: perché?

È un plugin progettato da SiteGround proprio per aiutarti a migliorare la velocità del sito web. Una volta che l’avrai installato, effettuerà un’analisi del sito web e della velocità attuale

A questo punto, sarà il plugin a mostrarti tutte le operazioni consigliate.

Quindi ti darà una panoramica attuale di tutte le categorie del sito web e ti mostrerà le azioni consigliate. 

Non dovrai fare altro che attuarle per migliorare la velocità.

Link Interni

come essere in prima pagina google link interni

Un’altra azione da compiere per l’ottimizzazione SEO e per essere in prima pagina su Google è inserire link interni nel tuo sito web.

Inserire link interni è utile per vari motivi ossia:

  • Maggior tempo trascorso sul sito: se i link interni rimandano ad articoli presenti sul tuo sito, l’utente passerà più tempo all’interno e questo è un segnale positivo per Google 
  • Essendo che rimarrà all’interno del sito web, la frequenza di rimbalzo sarà più bassa

Come vedi, inserire i link interni al tuo sito web aiuta ad avere maggiori utenti sul sito e ad aumentare le visualizzazioni

Come inserire i link interni in modo naturale ed efficace?

Un buon metodo è quello di inserire link che rimandano ad articoli già pubblicati o a pagine che completano le informazioni, perché in questo modo l’utente aumenta la sua curiosità e trova risposte nel sito web stesso. 

Non dovrà fare altre ricerche perché nel tuo sito web troverà tutto ciò che gli serve.

Link Building

perchè fare link building

Altra strategia efficace per uscire in prima pagina su Google è la Link building: di cosa si tratta?

In pratica la link building è il processo tramite il quale il tuo sito web viene menzionato in siti web esterni tramite un link

Questo non solo può aumentare la visibilità del tuo sito web, ma anche portarti vantaggi lato SEO. 

Nella link building sono presenti due tipologie di link ossia:

  • Link DoFollow: questa tipologia di link è in grado di trasmettettere autorità al tuo sito web e di conseguenza aumentare il ranking del sito web
  • Link NoFollow: nei link no follow, al collegamento viene inserito il tag “nofollow” che indica ai motori di ricerca di dover ignorare quel link. Questo viene applicato quando non si vuole sostenere realmente quel sito web a cui rimanda il link. Per questo questi link non influiscono sul ranking e sul posizionamento

Va da sé che per fare in modo che Google visualizzi il tuo sito web come attendibile, devi avere una serie di link dofollow da siti web affidabili e autorevoli

In questo modo, quindi, il tuo sito web si mostrerà come affidabile e riuscirà a posizionarsi ottimamente nei vari motori di ricerca.

Come si fa ad avere Link Dofollow?

link building

Si tratta di un’operazione complessa che richiede anche diverso tempo

Il motivo è che per avere questa tipologia di link dofollow il tuo sito web deve avere una buona reputazione: deve essere considerato affidabile, attendibile e autorevole

Solo così potrai attirare l’attenzione da parte di siti web simili al tuo disposti ad inserire il link verso il tuo sito.

Una volta che avrai conquistato un’immagine positiva, potrai far partire collaborazioni e proporti agli altri siti web

Guest Post

Ad esempio una buona strategia è quella di fare guest post: cos’è?

In pratica si tratta di pubblicare un articolo su un altro sito web fungendo da “ospite”.

Ovviamente in questo articolo dovrai inserire un link dofollow che rimanda al tuo sito web o ad una tua pagina.

Un consiglio che ti do, contatta tramite email siti web simili al tuo e chiedi se sono disponibili per un guest post.

Social Media

come aumentare visite blog social

Al giorno d’oggi è impensabile non utilizzare anche i social media. Essi tornano utili anche nel posizionamento.

In che modo si possono utilizzare i social media per essere nella prima pagina di Google?

La prima regola è proprio quella di integrare l’ottimizzazione SEO e i social media.

Questo perché lo scopo è comune: diffondere il sito web e i suoi valori. Ovviamente ci sono vari modi per integrare questi due mondi.

Ad esempio un modo molto semplice per sfruttare i social media è quello del passaparola, ovviamente virtuale. 

Ed infatti i social media sono delle ottime piattaforme per sponsorizzare il proprio sito web così da farlo conoscere a più persone possibili. Già questo può portare maggiore traffico sul tuo sito web.

Inoltre utilizzare i social media permette anche di aumentare la visibilità e la brand authority del tuo sito web. 

Molti utenti, infatti, si fidano di siti web che possono cercare e trovare anche su altre piattaforme come i social media. 

YouTube

siti per guadagnare online youtube

Un altro modo è quello di utilizzare dei video che, come ben saprai, sono ottimi per comunicare in modo efficace e veloce. 

I video sono intuitivi, piacevoli da guardare e non annoiano. Puoi quindi decidere di utilizzare questi contenuti multimediali e caricarli su YouTube

Perché?

YouTube è un potente motore di ricerca che alla base ha lo stesso funzionamento di Google. 

Puoi quindi utilizzarlo per portare nuovi utenti nel tuo sito, infatti associare un canale YouTube al tuo sito web è un ottimo modo per avere più traffico e per posizionarsi in prima pagina su Google.

Verificare se Sito Web è Indicizzato

Dopo aver applicato tutte queste strategie e dopo aver prestato attenzione a tutti questi aspetti, potrai vedere dei cambiamenti per il tuo sito web. Questo, però, non succede sempre e comunque.

Alcune volte può accadere che questi consigli non siano del tutto efficaci. E quindi ci si continua a chiedere: “come far apparire il sito in prima pagina?”

Se noti che tutto ciò non porta risultati, ti consiglio di controllare l’indicizzazione del tuo sito web. Di cosa si tratta?

Il tuo sito web è indicizzato quando rientra nel database, che si chiama indice appunto, dei motori di ricerca

Infatti tutti i motori di ricerca, anche Google, hanno questo database in cui sono memorizzati tutti i siti web registrati.

L’indicizzazione è fondamentale: se un sito web non è registrato nel database, non è riconosciuto dallo stesso e quindi verrà mostrato agli utenti. Google, infatti, mostra i siti web che riconosce perché appartenenti al suo indice.

Come si può verificare se il proprio sito web è indicizzato?

indicizzare sito web google

Si tratta di un’operazione molto semplice. Ecco i passaggi:

  • Vai nella pagina iniziale di Google
  • Nella barra di ricerca digita “site:” seguito dall’indirizzo del tuo sito web
    • Nel mio caso= site: amicidelweb.it
  • Se il tuo sito web è indicizzato, ti appariranno tutte le varie pagine
  • Se il tuo sito web non è indicizzato, non apparirà alcuna pagina

In questo modo, quindi, saprai se Google conosce il tuo sito web e le relative pagine.

Come indicizzare un Sito?

Come creare Sitemap XML per Sito WordPress [ Tutorial 2024 ]

Se la tua ricerca non ha mostrato alcun risultato, vuol dire che il tuo sito web non è indicizzato e quindi è per questo che non ha traffico e non risulta nelle prime pagine di Google. 

Importante, a questo punto, è indicizzarlo. Come fare?

Ecco i passaggi da dover seguire:

  • Crea una sitemap XML del tuo sito web: è un file che contiene tutti i contenuti e le pagine del tuo sito web. Per crearla puoi utilizzare il plugin Yoast SEO e dovrai seguire questi passaggi:
  • Installa Yoast SEO direttamente dalla Dashboard di WordPress
  • A questo punto vai nella sezione “”Impostazioni” scorri in basso fino alla sezione API e attiva la “Sitemap XML
  • Da qui potrai visualizzare la sitemap XML attuale che Yoast SEO avrà creato in modo automatico
  • Invia la sitemap a Google: per farlo ti consiglio di utilizzare Google Search Console. Si tratta di uno strumento gratuito che permette di gestire la presenza del tuo sito web su Google. Ti basterà creare un account e cercare “Sitemap” e cliccare “Aggiungi nuova mappa del sito”. Inserisci il link della tua Sitemap e clicca “Invia” 

Come vedi basta davvero poco, ma in questo modo Google scansionerà tutte le pagine del tuo sito web e le indicizzerà

Riassunto: Come Essere in Prima Pagina su Google

Come fare SEO per WordPress [ Tutorial 2024 ]

Nel corso di questo articolo ho cercato di rispondere ad una domanda che molti si pongono: “Come si fa ad essere in prima pagina su Google?”

Come hai visto ci sono vari fattori a cui si deve prestare attenzione e varie strategie da mettere in atto.

Infatti per essere in prima pagina su Google devi:

  • Keywords: Inserire delle keywords a bassa competizione nei tuoi testi. Quindi fai una keywords research e una volta individuate, inseriscile in vari punti del sito web come nel:
    • Titolo
    • Meta descrizione
    • Paragrafi
    • URL
  • Tempo di caricamento: i siti web più di successo, sono quelli più veloci. Un sito web molto lento e/o che non carica, difficilmente sarà visualizzato a lungo. Velocizza il tuo sito web scegliendo un hosting di qualità e utilizzando temi efficaci e plugin dedicati 
  • Inserisci link interni: sono quelli che rimandano al tuo sito web così da far restare maggiormente gli utenti sul sito
  • Link building: è importante anche avere dei siti web che rimandano al tuo sito.Collabora con siti autorevoli ad esempio utilizzando la tecnica dei Guest Post
  • Social Media: sono un ottimo modo per far conoscere il tuo sito web. Ti consiglio di utilizzare soprattutto YouTube facendo video, il successo è garantito
  • Indicizzazione: fai un’analisi per verificare se il sito web è indicizzato e se non lo è, fallo subito. Solo così potrà essere visibile a tutti

Questo ti aiuterà a far uscire il tuo sito web in prima pagina Google.

Conclusione Come Essere in Prima Pagina su Google

come essere in prima pagina su google

Molti, anche i professionisti del settore, non sanno come essere in prima pagina su Google. 

Il motivo è che su questo tema c’è tanto da sapere e ci sono anche tanti falsi miti.

I dubbi sono tanti; ad esempio “quanto costa stare in prima pagina su Google?” oppure “c’è bisogno di un professionista per essere in prima pagina su Google?”

Ti rassicuro subito che se non hai grosso budget a disposizione puoi arrangiarti da solo seguendo i consigli elencati in questo articolo.

Articoli Simili

Domande Frequenti

Perchè essere in prima pagina su Google?

Essere in prima pagina su Google, ti permette di aumentare il traffico del tuo sito web e quindi aumentare le vendite.

Come essere in prima pagina su Google?

Per essere in prima pagina su Google devi ottimizzare il tuo sito web per la SEO, in questo modo sarai in grado di migliorare il posizionamento del tuo sito.

Come essere in Prima Pagina su Google

Questionario

Ti è stato utile questo articolo?

Sending
User Review
5 (1 vote)

Lascia un commento

Utilizzando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati personali secondo la Privacy Policy del sito.

20 − tredici =